Si è conclusa con una condivisione di intenti la riunione tra i responsabili di ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, e di e-mob, il coordinamento per la promozione della mobilità elettrica. Un incontro intenso e vivace, svoltosi l’11 marzo presso la sede di Milano dell’Autorità, voluto per sottoporre ai rappresentanti di Arera le proposte per agevolare la diffusione dei veicoli a zero emissioni emerse durante durante la Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica dello scorso settembre. Una serie di richieste accolte con favore dai rappresentanti di ARERA che si sono impegnati a valutarli attentamente e inserirle nel prossimo Piano Triennale e di collaborare per individuare delle strategie ed indirizzi da sottoporre ai rappresentanti del Governo. I principali punti condivisi alla riunione sono stati:

  1. Favorire l’installazione della ricarica pubblica ad alta potenza (sia le attuali 50 kW, ma anche quelle 150-450 kW per singolo erogatore) lungo le principali dorsali stradali e autostradali.
  2. Intraprendere azioni per la riduzione del costo complessivo dell’energia destinata alla ricarica dei veicoli elettrici.
  3. Introdurre forme di incentivazioni per l’istallazione di colonnine di ricarica destinate all’uso condominiale.
  4. Prevedere tariffe energetiche agevolate per le stazioni di ricarica di mezzi adibiti al trasporto pubblico e dei servizi di sharing.

All’incontro erano presenti i componenti del Collegio di Arera Stefano Besseghini (Presidente), Stefano Saglia e Gianni Castelli, oltre al direttore Luca Lo Schiavio e la delegazione di e_mob era formata dal Presidente del COBAT, Giancarlo Morandi, al rappresentante del comune di Milano Federico Confalonieri, altre quelli di Class Onlus, l’associazione di coordinamento di e_mob, Camillo Piazza (Presidente) e Martina Giombini.

Il testo completo delle proposte di e_mob è consultabile QUI

Pin It on Pinterest

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: