Il 20 settembre 2018 è stata rilasciata la prima versione dell’applicazione per Leaf 24/30 kWh che costituisce un vero e proprio sistema di guida ottimizzata per i veicoli elettrici dopo una sperimentazione di un anno e mezzo con un ristretto numero di utenti, ma con abitudini ed esigenze diversificate. 

Nei primi mesi del 2019 sono stati aggiunti nuovi modelli tra cui ZOE 22/41 kWh, Leaf 40 kWh, e-NV200 24/40 kWh, altri sono attualmente in fase di test per la futura  successiva pubblicazione su PlayStore.

La mobilità elettrica sta riscontrando tassi di crescita a tre cifre su base semestrale da ormai qualche anno ed è una strada segnata nell’ottica di conseguire il raggiungimento di limiti di emissioni sempre più stringenti imposti dalla normativa.


Gli attuali problemi di adozione di massa dei veicoli elettrici da parte di consumatori ed imprese sono rappresentati dalla differente “anatomia” dei veicoli elettrici rispetto a quelli endotermici che si riflette in modalità di condotta necessariamente specifiche rispetto ai veicoli ad alimentazione tradizionale. Tali differenze sono percepite erroneamente come potenziali limitazioni nel godimento del veicolo.

Tali limitazioni nel 90% dei casi d’uso quotidiano sono inesistenti per la maggior parte degli automobilisti, emergono invece nella mente quando l’automobilista elettrico decide di affrontare un viaggio che preveda una o più soste intermedie lungo il tragitto che superi l’autonomia della batteria del veicolo e su un itinerario magari sconosciuto.
In questo caso, l’esigenza saltuaria vanifica ogni volontà di cambiamento della tecnologia che muove il proprio veicolo per l’infondato timore di veder drasticamente cambiare le abitudini.

Le soluzioni per accontentare il 100% degli automobilisti sono molteplici: quella che sembrerebbe maggiormente percorsa dalle case automobilistiche è competere per l’aumento della capacità delle batterie di trazione con un conseguente aumento o non riduzione dei prezzi di vendita dei veicoli: apparentemente risolviamo un problema ma ne creiamo un altro, alzando anche la barriera – in questo caso economica – di adozione della innovativa tecnologia 100% elettrica.
È qui che entra in gioco l’assistenza alla guida fornita da Power cruise control, sotto forma di una applicazione per smartphone inedita, che si prefigge come obiettivo quello di abilitare una mobilità 100% elettrica a medio e lungo raggio anche con veicoli dal prezzo di acquisto e costi di gestione abbordabili, magari anche di seconda mano.

Come funziona l’app Power cruise control?

Si tratta di un sistema di guida che consiglia all’automobilista la condotta ottimale del suo veicolo elettrico in base al percorso da affrontare, considerando l’energia disponibile in batteria ed altri parametri. Per semplicità di diffusione e messa a disposizione degli automobilisti elettrici, il sistema di assistenza è stato implementato come app per smartphone, ma al suo interno comprende sofisticati algoritmi di calcolo che, automaticamente, prevedono i consumi energetici di un itinerario.
Il sistema di guida fa di più: grazie al collegamento in tempo reale con il veicolo per mezzo di un dispositivo OBD di interfaccia veicolo-smartphone è in grado di conoscere istante per istante lo stato di carica della batteria di trazione e i parametri di viaggio.

Il risultato è un efficace e semplice assistente di guida che fornisce per mezzo di una intuitiva rappresentazione grafica un riscontro accuratissimo all’automobilista sul suo stile di guida, calcolando per lui i consumi futuri fino alla destinazione inserita, guidandolo a destinazione con affidabilità.
Secondo la vision che è alla base del progetto Power cruise control, l’utente non avrà più nulla di cui preoccuparsi relativamente a come raggiungere i siti di ricarica o quali strategie di viaggio scegliere, ma dovrà semplicemente premurarsi di inserire il corretto indirizzo di destinazione: alla gestione del viaggio ci pensa un assistente alla guida intelligente, Power Cruise Control appunto.
Grazie a questa tecnologia, oltre al beneficio di un risparmio energetico di quasi il 10% dovuto all’implementazione automatica di stili di guida efficienti –  controllo di potenza –, si ottiene anche un aumento di oltre il 30% dell’autonomia di percorrenza media di un veicolo: si porta il veicolo più lontano di dove un conducente si sarebbe spinto senza assistenza alla guida
 e ciò senza aver minimamente aggiornato o modificato il veicolo dal punto di vista tecnico.
I costi di adozione del sistema di assistenza sono molto contenuti, relativamente ai vantaggi ottenibili: si parte da circa 50 euro complessivi per l’acquisto della app (al momento su Google Play per smartphone Android, in seguito su altre piattaforme) e del dispositivo di collegamento Bluetooth dello smartphone con la porta dati OBD del veicolo, compatibile con il proprio smartphone e veicolo.
In questo modo, l’automobilista elettrico rassicurato metro per metro sulla correttezza dell’andamento del veicolo può affrontare anche viaggi che comprendono una o più soste di ricarica breve sulla sempre più crescente e diffusa infrastruttura di ricarica rapida, senza perdere tempo e denaro per ricariche non necessarie, sia in Italia che in Europa, riuscendo così a soddisfare tutte le proprie esigenze di mobilità con il veicolo 100% elettrico che utilizza tutti i giorni entro sua zona di confidenza, anche su itinerari a medio e lungo raggio, in totale sicurezza e affidabilità. 

 
Un brevissimo e chiaro video/intervista esplicativo del nuovo sistema di guida è visionabile qui:

La mission degli sviluppatori del sistema Power Cruise Control è quella di rendere semplice e alla portata di tutti una mobilità alternativa, in particolare 100% elettrica, al di fuori dell’ambito urbano, in ambito extraurbano interregionale – e perché no? – anche internazionale.

Nell’ottica di stimolare comportamenti emulativi di utenti nel breve-medio raggio di 300/500 km con le proprie auto 100% elettriche abbiamo deciso di intraprendere all’inizio di settembre 2018 un viaggio attraverso 13 stati europei di 7300 km, in 12 giorni con la nostra Nissan Leaf 30 kWh del 2016, con all’attivo più di 110 mila chilometri percorsi, appoggiandosi esclusivamente alla ormai diffusa e capillare rete europea di ricarica Fast per veicoli elettrici.
L’impresa ha confermato la semplicità di viaggio offerta dal sistema di assistenza alla guida per veicoli elettrici Power Cruise Control, in grado di guidare l’automobilista 100% elettrico lungo itinerari ignoti e prima ritenuti inaffrontabili.

 

Riferimenti:

Sito web per informazioni sul download dell’App: powercruisecontrol.com

www.PowerCruiseControl.com/faq.html

Pagina Facebook: @PowerCruiseControl

Twitter: @Power_Cruise

Gruppo Facebook con esperienze degli utenti: @Travel Experience #PowerCruiseControl

E-mail: info@powercruisecontrol.com

Contatto: Ing. Leonardo Spacone
Ideatore e sviluppatore Power Cruise Control
333-7665031
leonardo@powercruisecontrol.com

Pin It on Pinterest

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: