Il filobus (a batteria) sembra tornare in auge. È quanto emerge dalla quarta giornata del filobus organizzata a inizio aprile a Parma da Man.Tra e da Diten – Università di Genova. Un “ritorno di fiamma” confermato dall’aumento delle ordinazioni in corso e favorito dall’introduzione della tecnologia IMC (In Motion Charging) capace di garantire al filobus di oggi “una flessibilità di esercizio mai conosciuta prima avendo ora il mezzo la possibilità di percorrere uno o più tratti di linea in modalità wireless (quindi senza impianto fisso) a velocità di esercizio e con passeggeri a bordo”. Un settore di interesse che vi suggeriamo di approfondire leggendo il resoconto di Stefano Alfano per la rivista Autobus che potete leggere qui:

Pin It on Pinterest

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: